ESPOSITORI 2019

Vino è Musica. Decima edizione per la kermesse enoculturale nel cuore del Quartiere delle Ceramiche di Grottaglie (TA)

A fine luglio la rassegna enogastronomica, che celebra la cultura, le tradizioni, l’arte, il territorio e i molteplici sapori del Sud Italia, festeggia i suoi primi dieci anni.

 

Le ceramiche di Grottaglie tornano protagoniste nel Padiglione della Puglia

Gusto, artigianato e cultura della Puglia al Vinitaly di Verona

Lunedì 8 aprile in programma anche la presentazione della decima edizione della rassegna enoculturale “Vino è Musica”

 

Naturalità e artigianalità, queste le due parole chiave che Grottaglie utilizzerà alla 53esima edizione del Vinitaly di Verona in programma dal 7 al 10 aprile.

Anche quest’anno Grottaglie torna protagonista all’interno del Padiglione della Regione Puglia portando con sé i suoi “giganti buoni” (i capasoni), manufatti antichi, contenitori per la conservazione e il trasposto di vino e olio per realizzare una installazione che richiamerà il monumento più visitato della Puglia, Castel del Monte di Andria. L’installazione, con pezzi storici della collezione privata del maestro ceramista Cosimo Vestita, sarà curata dalla cooperativa Sistema Museo e permetterà al visitatore di ammirare questi grandi contenitori (alti fino a 180 cm) sia dall'esterno che dall'interno dell'installazione.

Si comincia il 7 aprile con l'allestimento che inaugurerà le giornate pugliesi del Vinitaly. Lunedì 8 aprile, alle ore 11:30 nella sala conferenze, la Qiblì Srl, la Regione Puglia, il Comune di Grottaglie, l’Associazione Intersezioni e Fatia Srl, in collaborazione con Confagricoltura Taranto, Gal Magna Grecia, Slow Food Grottaglie “Vigne e Ceramiche” e Sistema Museo presenteranno, a giornalisti e produttori, la decima edizione di Vino è Musica, in programma dal 23 al 27 luglio 2019, anticipando i punti salienti di un programma che negli anni ha già ospitato, tra le numerose botteghe artigiane dello storico Quartiere delle Ceramiche di Grottaglie, oltre 100 aziende vitivinicole, 40 chef, e 80 gruppi musicali.

Alle ore 12:00 il programma vede protagonista la promozione della sostenibilità agroalimentare con un convegno tematico su “Cambiamenti climatici e biodiversità”. L’incontro, moderato da Matteo Gallello di Porthos Racconta, affronterà l'influenza che il cambiamento climatico ha sulle fermentazioni vinarie e le strategie da seguire per limitare i rischi di riduzione delle qualità sensoriali in un vino finito. Insieme a Gallello ne discuteranno: Giacomo Buscioni, socio fondatore di FoodMicroTeam S.r.l., Spin-off dell’Università degli Studi di Firenze, con la qualifica di Responsabile tecnico-scientifico settore bevande fermentate. Esperto in microbiologia del vino, è consulente microbiologo di varie aziende vitivinicole; Luca Lazzaro, Presidente di Confagricoltura Puglia e Gaetano Morella, vignaiolo e vicepresidente della FIVI, custode di territori e saperi antichi protagonista del recupero degli antichi alberelli nella terra tarantina.

A sorprendere e conquistare il palato ci penseranno, alle ore 13.30 all’interno della sala degustazioni del Padiglione Puglia, Francesco Camassa, eletto dai giudici del World Butchers’ Challenge, uno tra i sei migliori macellai al mondo; Enzo Scivetti, assaggiatore internazionale di vino e consulente esperto di analisi sensoriale e tecniche di assaggio e Franco Peluso, presidente della condotta Slow Food di Grottaglie “Vigne e Ceramiche”. Protagonisti del laboratorio Gusto e sapori della biodiversità” sarà il nettare di bacco prodotto dagli artigiani del vino, coloro che hanno fatto del rispetto del territorio, della biodiversità, del lavoro agricolo responsabile in cantina, la loro scelta etica e di vita in abbinamento alle carni, selezionate fra le migliori produzioni locali, e frollate con attenzione esaltate dai profumi e sapori delle erbe spontanee.

 

Il progetto “Naturalmente Puglia” è promosso dalla Qiblì Srl in partnership con Comune di Grottaglie, Associazione Intersezioni, Fatìa Srl, Confagricoltura Taranto, Gal Magna Grecia, Slow Food Grottaglie “Vigne e Ceramiche”, Sistema Museo e finanziato dalla Regione Puglia-Assessorato all’Agricoltura, Risorse agroalimentari, alimentazione, Caccia e Pesca, Foreste nell’ambito del Programma fieristico Agroalimentare 2018/2019-attività di animazione a Vinitaly 2019.

 

Durante la conferenza stampa di presentazione della X edizione di Vino è Musica, si parlerà anche del progetto Evoluzione Naturale e della sua prossima edizione.

Per prenotarsi al laboratorio di degustazione, inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con nome, cognome, eventuale azienda di appartenenza e numero di cellulare.

 

Un tempo in quella gravina scorreva l’acqua. Da questa sera nell’antica gravina di San Giorgio a Grottaglie, da secoli dimora incontrastata nei maestri ceramisti salentini, tornerà a scorrere il vino. Il nettare che la nona edizione di Vino è Musica celebra assieme a partner di eccezione: 60 cantine, la Regione Puglia, il Comune di GrottaglieAISSlow Food Grottaglie – Vigne e CeramicheConfagricoltura TarantoGal Magna Grecia e Sistema Museo.

Una festa del palato e degli occhi che il 27 e il 28 luglio si celebrerà on the road con postazioni food animate dagli chef Rocco Violante, Guido Grasso, Gianfranco Palmisano, Vanni Cafagna e Valentina De Palma e quattordici postazioni musicali con artisti e band provenienti dal panorama della musica emergente italiana.

Si comincia alle 20 con il taglio del nastro affidato al noto conduttore televisivo ed esperto di eno-gastronomia Federico Quaranta (Rai 1 con La prova del cuoco e Linea Verde Orizzonti, Decanter su Radio 2 – ndr). Per le famiglie con bimbi piccoli al seguito, ci sarà, però, una buona occasione per i tempi. I bimbi dalle 18.30 potranno frequentare il laboratorio di ceramica all’interno dell’atrio del Castello Episcopio e i genitori in attesa di poter frequentare i banchi d’assaggio delle cantine provenienti da Puglia, Basilicata e Campania, in contemporanea potranno godere delle visite guidate gratuite all’interno dell’antica dimora episcopale e del Museo delle Ceramiche.

Si torna tra le ceramiche dopo una tre giorni intensa dedicata ai tecnici e ai produttori. Una giuria internazionale di influencer, assaggiatori e buyer, presieduta da Enzo Scivetti, ha infatti valutato dal 24 al 25 luglio a Masseria Palombara (Oria) le oltre duecento etichette iscritte al premio enologico Vino è Musica. Nove batterie di rilievo che hanno esplorato attraverso una degustazione alla cieca tutto il meglio della produzione enologica del sud Italia.

Questi i premiati di quest’anno:

BIANCHI E ROSÈ – GRUPPO MISTO SPUMANTI

 

MEDAGLIA D’ORO  

LA STIPULA – Rosè Brut, Metodo classico millesimato, 2013

CANTINE DEL NOTAIO

 

ARGENTO

LEGGIADRO – Salento IGP Rosè VSQ, 2015

PRODUTTORI VINI MANDURIA

 

PRIYANKA – IGT Basilicata, 2017

TENUTA LE QUERCE

 

BRONZO

A – Primitivo Puglia IGT, 2017

POLVANERA

 

I PASTINI BRUT – Valle d’Itria IGP, 2017

I PASTINI

 

RICCIOLO – Puglia IGT Rosato, 2017

A.A. GIULIANI

 

AUREO – Spumante Brut IGP, 2017

VETRERE

 

FAJANO – Brut Metodo Classico, 2013

TRE PINI

 

 

CATEGORIA BIANCHI TERRITORIALI

 

GRAN MEDAGLIA D’ORO  

CALALUNA – Puglia IGP, 2017

PAOLO LEO

 

ORO   

ALBA CHIARA – Salento IGP, 2017

SCHIENA VINI

 

ARGENTO

ZIN – Salento IGP, 2017

PRODUTTORI VINI MANDURIA

 

METIUSCO – Salento IGP, 2017

VINICOLA PALAMA'

 

CORI MIA MALVASIA – Salento IGP, 2017

GIAI

 

 

CATEGORIA BIANCHI AROMATICI

 

MEDAGLIA D’ORO  

RAMPONE - Valle d’Itria IGP, 2013

I PASTINI

 

ARGENTO

PACCI'A – Salento IGP, 2017

VINOLI

 

BRONZO

KIMIA MOSCATO – Puglia IGP, 2017

TENUTE CHIAROMONTE

 

GELSO BIANCO – Fiano Puglia IGT, 2017

PODERE 29

 

POLVANERA BIANCO – Puglia IGT, 2017

POLVANERA

 

VT – Salento bianco IGP, 2017

VETRERE

  

CATEGORIA ROSATO PUGLIA

 

MEDAGLIA D’ORO  

DAMA – Salento IGP, 2017

SCHIENA VINI

 

ARGENTO

GELSO ROSA – Puglia IGT, 2017

PODERE 29

 

MUREX – Rosato Salento IGP, 2017

LE VIGNE DI SAMMARCO

 

OPRA – Nardò Rosato DOC, 2017

SCHOLA SARMENTI

 

MAJESI – Salento IGP, 2017

VINOLI

 

POLVANERA ROSATO – Fiano Puglia IGT, 2017

POLVANERA

 

AKA – Rosato Salento IGP, 2017

PRODUTTORI VINI MANDURIA

 

BRONZO

MARILINA ROSE' – Rosato Puglia IGP, 2017

SPELONGA

 

GRECìA – Negroamarao Salento IGP, 2017

PAOLO LEO

 

METIUSCO ROSATO – Salento IGP, 2017

PALAMA’

 

KALEMA ROSATO – Rosato Salento IGP, 2017

FABIANA

 

ANIMA ROSA – Tarantino IGP, 2017

VIGNE MONACHE

  

 CATEGORIA BIANCHI MACERATI

 

MEDAGLIA D’ORO 

MINU' – Salento IGP, 2016

BOTRUGNO

 

ARGENTO

PINEA – Salento bianco IGT, 2016

BOTRUGNO

 

FATALITA' – Puglia IGP, 2012

CANTINAGIARA

 

BRONZO

GRECO BIANCO – Salento IGP, 2015

ARCHETIPO

 

POLVANERA – Puglia IGT, 2017

POLVANERA

 

CATEGORIA VITIGNI MINORI

 

GRAN MEDAGLIA D’ORO 

SOMIERO – Susumaniello Salento IGP, 2015

LE VIGNE DI SAMMARCO

 

ORO 

PASSATURO – Salento IGP, 2017

VETRERE

 

ARGENTO

ANTIERI - Susumaniello Salento IGP, 2016

SCHOLA SARMENTI

 

BRONZO

CORIMIA MALVASIA NERA – Salento IGP, 2017

GIAI

 

CATEGORIA GRUPPO MISTO AGLIANICO

 

GRAN MEDAGLIA D’ORO 

MASSARON – Aglianico del Vulture DOC Riserva, 2009

LAGALA

 

ORO 

IL SIGILLO - Aglianico del Vulture DOC, 2012

CANTINE DEL NOTAIO

 

NOCTE - Aglianico del Vulture DOC, 2013   

TERRA DEI RE

 

ARGENTO

MADDALENA ROSSO – Basilicata IGP, 2016

LAGALA

 

BRONZO

AUSO – Paestum IGP, 2015

TENUTE DEL FASANELLA

 

CAMERLENGO – Basilicata Rosso IGP, 2014

A.A. CAMERLENGO

 

CATEGORIA GRUPPO MISTO ROSSI ALTRE REGIONI

 

MEDAGLIA D’ORO  

ALBURNO – Paestum IGP, 2015

TENUTE DEL FASANELLA

 

 

CATEGORIA NEGROAMARO

 

GRAN MEDAGLIA D’ORO 

NERIO – Nardò DOC Riserva, 2014

SCHOLA SARMENTI

 

ORO  

FILIFILORI – Vino Rosso, 2014

FRANCESCO TAURINO

 

KALEMA NEGROAMARO – Negroamaro Salento IGP, 2016     

A.A. FABIANA

 

ARGENTO

ABATEMASI – Salento IGP, 2013

PRODUTTORI VINI MANDURIA

 

ENNEORO – Salento IGP, 2017

SCHIENA VINI

 

NEGROAMARO – Negroamaro Salento IGP, 2016

TENUTE MOTOLESE

 

TRE ARCHI – Copertino DOP Rosso, 2016

CANTINA PETRELLI

 

NEGROAMARO – Salento IGP, 2016

MASSERIA MITA

 

75 VENDEMMIE - Salento IGP, 2016

VINICOLA PALAMà

 

ORFEO – Negroamaro Puglia IGT, 2016

PAOOLOLEO

 

VERVE - Negroamaro Salento IGP, 2015

LE VIGNE DI SAMMARCO

 

MENONE – Salento IGP, 2013

A.V. MARULLI

 

BRONZO

NEGRO – Negroamaro Salento IGP, 2016

CANTINE BOSCO

 

DANZE DELLA CONTESSA – Nardò DOC Rosso, 2016

BONSEGNA

 

TEMPO DI GIANO – Negroamaro Salento IGP, 2016

VETRERE

 

PATRUN Rò – Rosso Salento IGT, 2017

BOTRUGNO

 

CATEGORIA PRIMITIVO

 

GRAN MEDAGLIA D’ORO     

LIBRANTE – Primitivo di Manduria DOP, 2016

LE VIGNE DI LUCA ATTANASIO

 

ES – Primitivo Salento IGT, 2016

GIANFRANCO FINO

 

SONETTO – Primitivo di Manduria DOP Riserva, 2013      

PRODUTTORI VINI MANDURIA

 

ARKè – Salento IGP, 2016 

LE RADICI DEL TEMPO

 

ORO   

POLVANERA17 – Gioia del Colle DOC, 2013 

POLVANERA

 

PRIMITIVO – Puglia IGP, 2017        

CANTINE SPELONGA

 

PRIMITIVO – Salento IGP, 2016  

TENUTE MOTOLESE

 

IMPERO – Primitivo di Manduria DOP, 2016   

SCHIENA VINI

 

GEKO ROSSO – Salento IGP, 2016  

 

LE RADICI DEL TEMPO

BARONE PAZZO – Primitivo Salento IGP, 2015  

VETRERE

 

CUBARDI – Primitivo Salento IGT, 2015   

SCHOLA SARMENTI

 

BARONAGGIO – Gioia del Colle DOC Primitivo Riserva, 2015 

A.A. GIULIANI

 

DICIOTTO – Primitivo Salento IGT, 2015 

SCHOLA SARMENTI

 

ACINI SPARGOLI RISERVA – Primitivo di Manduria DOP Riserva, 2013  

L'ANTICO PALMENTO

 

ATTANASIO RISERVA – Primitivo di Manduria DOP Riserva, 2013   

ATTANASIO

 

ARGENTO

CARUS – Primitivo di Manduria DOP Riserva, 2015

TENUTE TOCCI

 

PRIMITIVO – Puglia IGP, 2017

PETRACAVALLO

 

CORI MIA PRIMITIVO – Primitivo Salento IGT, 2016

GIAI

 

PRIMITIVO – Puglia IGP, 2016

TENUTE CHIAROMONTE

 

LAMA ROSSA – Puglia IGP, 2015

CANTINE AMASTUOLA

 

MAVRO – Salento IGP Rosso, 2015

VINICOLA PALAMà

 

MACCHIA – Primitivo di Manduria DOP, 2015

CANTINE LIZZANO

 

LUCRè - Primitivo di Manduria DOC, 2015

GIAI

 

TRE PINI RISERVA – Primitivo di Gioa del Colle DOP, 2015

TREPINI

 

GLADIO - Primitivo di Manduria DOP, 2014

CANTINE BOSCO

 

PRIMITIVO – Puglia IGT, 2016

CANTINE ARIANO

 

BRONZO

PIZZICHICCHIO – Salento IGT, 2015

LAMA DI ROSE

 

PRIMITIVO – Puglia IGP, 2015

AMASTUOLA

 

PASSO DEL CARDINALE – Primitivo di Manduria DOP, 2017

PAOLOLEO

 

KALIDUS - Primitivo di Manduria DOC, 2013

A.A. FABIANA

 

IMPERIO - Primitivo di Manduria DOP, 2016

CANTINE S.GIORGIO

 

PRIMITIVO PETRELLI – Salento IGT Rosso, 2017

CANTINE PETRELLI

 

Vino è Musica è progetto inserito in una più ampia programmazione progettuale dal titolo “Acqua e Terra” presentata dal Comune di Grottaglie a valere sul fondo di sviluppo e coesione – FSC -2014-2020 “Patto per la Puglia”, avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall’Assessorato Regionale all’industria turistica e culturale.

Giovedì, 26 Aprile 2018 10:27

Al Vinitaly grande successo per Grottaglie

Al Vinitaly grande successo per Grottaglie

Apprezzamento del pubblico italiano e straniero nel laboratorio di degustazione con i cibi cotti nelle ceramiche di Grottaglie

Presentata ufficialmente la nona edizione di Vino è Musica

Domenica, 08 Aprile 2018 09:07

Vino è Musica si presenta al Vinitaly 2018

La natura carsica della Puglia, della sua propaggine più estrema e salentina, riemergono quest’anno al Vinitaly grazie al lavoro di esposizione e proposta dell’Associazione Intersezioni che insieme a numerosi partner istituzionali e non, quest’anno, da Grottaglie a Verona porterà in scena la terra pugliese in tutte le sue declinazioni.

Dal 15 al 18 aprile nell’ambito della 52^ edizione della Fiera Internazionale dedicata al Vino, la Puglia infatti parlerà la lingua di Gaia, con la creta lavorata e trasformata in ceramica da vino e da cottura, i cibi cotti in essi e i vini prodotti in tutta la regione.

Non è né scontato né semplice mettere da parte i propri individualismi e le proprie convinzioni, ma per fortuna ci sono situazioni, persone che sono ispirate dal principio che “l’insieme è più della somma delle sue parti“. Quindi, perdere un po’ di sé per aggiungere e per creare qualcosa di unico. E con questo spirito, l’Associazione Intersezioni (VINO è Musica), la Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche e l’Associazione Up to the Jefu, organizzeranno un evento per ripercorrere un anno di degustazioni e di sinergie che hanno raccontato le eccellenze del nostro #SUD.

L’evento dal titolo “INTO THE WINE” si terrà c/o l’ Antico Convento dei Cappuccini di #Grottaglie a partire dalle ore 21.00 di giovedì 28 dicembre 2017.

Si degusteranno i vini delle migliori cantine pugliesi e lucane partecipanti alla VIII edizione di Vino è Musica (https://goo.gl/bipvGL) in abbinamento allo street food realizzato da Marco Agrusta del Symposium cafè Crispiano. Uno dei suoi panini, “ACQUASALE”, rivisitazione in chiave Street Food del noto piatto povero pugliese, è stato selezionato al SIGEP di Rimini tra i 10 panini più buoni d’Italia.

Svelati durante la cerimonia inaugurale dell’ottava edizione di Vino è Musica i vincitori di quest’anno del premio enologico omonimo. Si tratta di importanti conferme ma anche di esaltanti rivelazioni che dimostrano non solo l’efficacia delle selezioni effettuate nei giorni scorsi dalla giuria popolare e da quella tecnica con il metodo della degustazione alla cieca, ma anche il potenziale in costante crescita di un comparto che ogni anno sviluppa mercati sempre più ampi.

Domani la cena di gala con i produttori e venerdì la cerimonia di apertura del percorso on the road

Si sapranno solo venerdì sera (ore 19.00) nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’ottava edizione di Vino è Musica, i vini che quest’anno conquisteranno l’ambito riconoscimento del Premio omonimo. Quest’anno 50 cantine per 143 etichette di vitigni autoctoni tra Puglia e Basilicata si contenderanno il palmares dell’edizione numero cinque della selezione. Una giuria tecnica e una popolare sta lavorando in queste ore (oggi e domani le selezioni – ndr) all’interno della Masseria Palombara di Oria per le delicate fase di blind tasting, le degustazioni alla cieca per dieci batterie di vino in concorso: primitivo, negroamaro, nero di troia, rossi da vitigni minori (susumaniello, ottavianello, malvasia nera), rosati da vitigno territoriale (primitivo, negroamaro, ottavianello, montepulsiano, malvasia, nero di troia, bombino, susumaniello), bianchi da vitigno territoriale (verdeca, fiano, bianco d’Alessano, Francavidda, Impigno, Pampanuto, Bombino, Malvasia, Greco Bianco o Greco di tufo, falangina, Vermentino), bianchi aromatici (minutolo, moscatello selvatico, moscato), bianchi e rosè gruppo misto spumanti (metodo classico e charmat), rossi gruppo misto aglianico pugliese, lucano e campano e rosati per il gruppo misto lucano e campano.

Giuria internazionale per il Premio enologico omonimo

150 etichette di vino, più di 40 produttori, una giuria internazionale, 16 gruppi musicali, l’artigianato di pregio a due passi dalle acque cristalline del Mar Ionio e dalla terra del primitivo. Vino è…Musica, giunto ormai alla sua ottava edizione, è tutto questo. Le date da segnare in agenda sono il 26 e il 27 luglio per le fasi del blind tasting (degustazione alla cieca) del Premio Enologico omonimo, e il 28 e 29 luglio per l’apertura delle degustazioni al grande pubblico, tra le vie del quartiere delle ceramiche, addolcite dalla presenza di artisti e band musicali e da sette postazioni dedicate al buon cibo.


A Grottaglie, e tra le botteghe dei ceramisti, il formicaio dell’Associazione Intersezioni e della società Qiblì, lavora incessantemente da un anno per confermare il successo di una manifestazione che di stagione in stagione diventa sempre più partecipata e vincente.

E’ una attestazione di fiducia da parte delle cantine che lavorano per noi con un passaparola qualificante – dice Luigi Armentano, presidente dell’Associazione Intersezioni – Molti di loro confermano la loro presenza con un anno di anticipo e portano dentro la rassegna altre cantine. Quest’anno il brand di Vino è Musica si è irrobustito così tanto che le etichette arrivano anche dalla Campania e dalla Basilicata.

Il vino, dunque, prepara la sua festa di luglio in terra di Puglia, con un format che piace ai produttori.

Le etichette in ogni tappa del nostro appuntamento stagionale sono raccontate da chi le produce – dice Armentano – con l’intento preciso di dare risalto ad un lavoro che si concretizza dopo anni di studio e perfezionamento.

Dalla Daunia al Salento andranno in scena nelle quattro giornate dell’edizione di quest’anno, i migliori vitigni pugliesi, ma ci sarà posto anche per l’aglianico o il caprettone, vitigni antichi provenienti dalle aree del Vulture e da quelle vesuviane.

La direzione del Premio anche quest’anno è affidata a Enzo Scivetti, relatore ONAV e componente di qualità di alcune importanti commissioni internazionali di degustazione. Con lui nella giuria tecnica anche Sante Laviola, ricercatore del CNR, giornalista e Premo Bursôn 2013, David Cobbold, autore di varie pubblicazioni, editorialista e conduttore di programmi radiofonici e televisivi francesi sul vino. Si aggiungeranno, inoltre, un giornalista de “Il Gambero Rosso” e altri due esperti provenienti dalla Francia e dalla Corea.

Il 27 luglio dai loro palati passeranno i vincitori di quest’anno per le sessioni specifiche di appartenenza. Il punteggio della giuria tecnica sarà influenzato in parte anche dal giudizio della giuria popolare composta da winelovers provenienti da tutta Italia e guidati da coach professionisti che presiederanno i blind tasting del 26 di luglio.

Gli esiti saranno resi noti nella serata di premiazione del 28 luglio all’interno del Castello Episcopio.

Al tramonto tutto si sposterà nuovamente per strada, tra la gente.

L’itinerario “on the road” è per noi il grande evento di gala in cui i vini e i loro produttori vanno in passerella – dice Armentano – e sarà così anche quest’anno in un abbraccio di popolo che ogni volta ci emoziona tutti.

Il coordinamento dell’area food anche quest’anno gioca il jolly della chef Valentina De Palma, che chiamerà alla corte di Vino è Musica stelle e astri nascenti della gastronomia locale e nazionale.

Nelle sette postazioni dedicate al cibo si respirerà dunque il sapore delle cose buone di un tempo, a volte rivisitate in chiave moderna, a volte riportate con cura al presente dalle mani sapienti dei custodi dei sapori.

Un progetto “culturale” che troverà spazio anche nelle terrazze panoramiche del quartiere delle ceramiche che ospiteranno i laboratori di AIS, ONAV e Slowine.

La rassegna è un omaggio alla terra e ai talenti e per questa ragione da sempre è eco-friendly, grazie all’utilizzo di materiali riciclabili e a una attenta azione di raccolta differenziata assistita.

L’evento, inoltre, diventa l’occasione per visitare e conoscere le meraviglie di Grottaglie e non solo. Il Museo della Ceramica, ospitato nel trecentesco castello episcopio, con i suoi 400 manufatti ceramici; le numerose botteghe dei ceramisti presenti nel Quartiere (Botteghe scavate nella roccia, alcune delle quali conservano al loro interno le antichissime fornaci); la chiesa rupestre rinvenuta al di sotto di un giardino privato nel cuore del quartiere delle ceramiche con affreschi del XIV secolo raffiguranti il Cristo Benedicente, San Nicola e Santa Barbara; le mostre di cultura fittile organizzate nel contenitore culturale “Casa Vestita”; i laboratori di ceramica al tornio; il cammino nelle gravine di Riggio e Fantiano; il museo del Primitivo di Manduria.

TI PIACEREBBE PARTECIPARE A VINO È...MUSICA?

Richiedi informazioni inviando una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I PERCORSI VINO È...MUSICA

On the Road

26 - 27 Luglio 2019
Quartiere delle ceramiche

Blind Tasting

24 - 25 Luglio 2019
Grottaglie

Enoteca

26 - 27 Luglio 2019
Quartiere delle ceramiche

Laboratori di Degustazione

26 - 27 Luglio 2019
Terrazze nel Quartiere delle ceramiche

loghi regione puglia